In questa prima edizione i partecipanti potranno pedalare unendo con un’esperienza eno-gastronomica due “Città del Vino Italiane”, le città di San Floriano del Collio (GO) e quella di Duino Aurisina (TS) proclamata Città del Vino Italiana 2022.

Perché abbiamo voluto collegare i due territori: Collegare cicloturisticamente il comune di San Floriano del Collio e quello di Duino Aurisina significa unire turisticamente due territori di eccellenze “enologiche” e “gastronomiche” differenti quali il Collio e il Carso, ovvero unire il territorio di Gorizia al territorio di Trieste rendendoli fruibili senza confini ad un turismo ecosostenibile sempre più emergente. Così facendo miglioriamo l’offerta turistica con l’auspicio che un numero maggiore di turisti possa decidere di scegliere il nostro territorio come meta per le vacanze e che decida di permanervi più a lungo. Di questo ne gioverebbe tutto il territorio.

Il percorso avrà una lunghezza di circa 45 km.

Data dell’evento: 15.05.2022 in concomitanza con l’evento KOHISCE 2022.

  • Partenza dell’esperienza: ore 09.00 dal paese di Prepotto, la città della Vitovska, frazione del comune di Duino Aurisina nominata Citta del Vino Italiana del 2022. Trasferimento organizzato da Trieste green tour verso San Floriano.
  • 10.00 ritrovo presso il podere dell’Antica Trattoria del Cacciatore – La Subida di Josko Sirk con sorpresa enogastronomica e brindisi della partenza (taglio del nastro del gemellaggio?)
  • 11.30 arrivo presso l’azienda Devetak a San Michele del Carso con soprese del gusto e di vino.
  • 13.00 arrivo presso l’azienda Kohisce con assaggio dei prodotti tipici locali
  • 15.30 arrivo presso l’azienda Zidarich a Prepotto del Carso con brindisi finale.

All’esperienza possono partecipare ciclisti buon gustai con un’esperienza media dell’uso della bici.

Il prezzo simbolico richiesto per chi volesse partecipare usando le bici messe a disposizione da Trieste Green tour è di 50€ ed è di 40€ per chi volesse partecipare con bici proprie.

Con l’evento siamo riusciti a collegare ciclisticamente i due territori senza quasi l’uso di infrastrutture ciclabili (vie ciclabili) che per altro sono inesistenti sul confine tra la provincia di Gorizia e quella di Trieste e sul Carso in generale. Per farlo abbiamo deciso di usare il sistema ideato da Josko Sirk: A’mare in bici. Il sistema prevede il posizionamento di totem che guidano i cicloturisti verso le mete turistiche riportando informazioni utili riguardanti i percorsi da seguire, il loro grado di difficoltà ecc.

Per migliorare l’offerta di fruibilità turistica del Carso, per poter quindi collegare il Carso al Collio, abbiamo deciso di adottare sul Carso una comunicazione di indirizzamento turistico simile a quanto fatto sul Collio con A’mare in bici. Sistema che sul Carso verrà opportunamente comunicato almeno nelle seguenti lingue: Sloveno, Italiano, Tedesco, Inglese.

Per l’organizzazione dell’evento il Gal Carso ringrazia i seguenti sponsor e coloro che si sono offerti per poter organizzare questo evento:

  • Josko Sirk
  • Devetak
  • Zidarich
  • Marco Marangon e Giovanni Penko per il tracciato
  • Paolo Prosen per la bellissima grafica
  • Trieste Green Tour
  • FunActive
  • Promoturismo FVG
  • A’mare in bici
  • Autoktona
  • Citta del Vino
  • Il Credito Cooperativo del Carso – ZKB
  • L’Azienda Agricola Kohisce Srl
  • Il Collio Brda
  • Il Carso Kras

[]