MALVASIA IN PORTO – MALVAZIJE V PRISTANU

Una serata di festa nei vicoli di Portopiccolo, a suon di bicchieri.

Venerdì 29 luglio a Sistiana (TS) si tiene ‘Malvasia in Porto’, una degustazione delle Malvasie di più di 20 vignaioli locali, finger food e assaggi di pesce.

DEGUSTAZIONE DELLE MALVASIE

Dalle ore 18:30 alle 22:30 sulla splendida terrazza sul mare di Portopiccolo a Sistiana ci saranno oltre 20 viticoltori giunti da Carso, Breg e Istria.

Ognuno di loro ti presenterà in degustazione una sua versione della Malvasia, uno dei tre vitigni autoctoni più importanti del territorio. Potrai così scoprire i metodi di lavorazione e conoscere le storie dei viticoltori presenti.

Durante l’evento potrai acquistare le bottiglie di vino direttamente dalle mani dei produttori, a prezzo di cantina.

IL PESCE DA DEGUSTARE

Saranno presentate a „Malvasia in porto“ delle degustazioni di prodotto ittico locale in abbinamento alle Malvasie proposte. Nella piazzetta dell’evento saranno previsti due momenti di educazione al consumo e show cooking dimostrativi con alcuni chef.

MENÙ DIFFUSO

I ristoranti di Portopiccolo ti invitano a provare i loro menù, pensati appositamente per le Malvasie dell’Alto Adriatico. Tra le tante opzioni, stuzzicheranno il tuo palato pesce del Golfo, salumi nostrani e formaggi carsolini.

BIGLIETTO

Il biglietto è di 25 €* a persona, che include la possibilità di degustare tutte le Malvasie presenti e gli assaggi di pesce.

 

*All’ingresso verrà fornito il bicchiere necessario per le degustazioni e sarà richiesta una cauzione di 5 euro, che sarà restituita alla riconsegna del bicchiere.

 

Acquista il tuo biglietto direttamente qui sotto, con lo strumento del calendario.

PER INFORMAZIONI

Email: [email protected]

COME ARRIVARE A PORTOPICCOLO

Arrivare in barca
Nella serata dell’evento si può raggiungere Sistiana, a quindici minuti a piedi da PortoPiccolo, con la barca „Delfino Verde“ che parte dal Molo Bersaglieri, nel centro di Trieste.

  • Partenza da Trieste (Molo Bersaglieri): alle 17:30
  • Arrivo a Sistiana: alle 18:50

Il costo a persona del biglietto è di 6,60 €

(Per maggiori informazioni e prenotazioni vedi il sito del Delfino Verde).

 

Andare e tornare col bus
È possibile partire da Trieste e arrivare nei pressi di Portopiccolo (Borgo San Mauro) coi seguenti bus e corriere di TPL, senza cambi:

  • Linea G21 con partenza da Piazza della Libertà alle 18:40
  • Linea 44 con partenza da Viale Miramare 5 alle 18:12, 18:52. 19:32, 20:07
  • Linea G51 con partenza da Piazza Libertà alle 18:05, 18:35, 19:05, 19:35, 20:05, 20:45, 21:30

È possibile tornare a Trieste coi seguenti bus e corriere di TPL, senza cambi:

  • Linea G51 con partenza da Borgo San Mauro alle 22:52 e alle 23:55

Vedi il sito di TPL per tutti i dettagli e per comprare i biglietti online.

 

Parcheggio
Dopo le ore 18:00 i parcheggi sono gratuiti sia in Baia a Sistiana che all’interno del Borgo di Portopiccolo

LISTA DEI VIGNAIOLI PRESENTI

Carso, Breg e Istria – Segnati sulla Guida Slow Wine di Slow Food 

Se la vigna è sana l’uva sa cosa fare. Va solo preservata, protetta. Nessun intervento deve modificare quest’equilibrio che è naturale, non costruito. Il lavoro di Rado Kocjančič ha origine da questo presupposto, su un fazzoletto di terra poggiato tra Mare Adriatico, Istria e Carso. Dove nascono vini e olii dalla personalità unica, segnati dall’influsso del mare e dal caratteristico vento di bora.

Amore per la propria terra e cura minuziosa della vite, cresciuta su piccoli appezzamenti sparsi sulla rocciosa landa carsica. La macerazione avviene sulle bucce senza utilizzo di lieviti o enzimi. Il vino di Skerk è un condensato della loro storia, della loro filosofia lavorativa, del territorio, trasmette passione. Tutto nasce dall’ ascolto sapiente degli elementi naturali: terra rossa, pietra calcarea, mare e Bora.

Benjamin Zidarich è stato tra i primi a portare il Carso sulla ribalta internazionale del vino artigianale. Seguendo la filosofia dei vini veri in ogni step della produzione: una cantina sotterranea scavata interamente nella roccia a impatto quasi zero, e il territorio come religione: nessun prodotto chimico, lieviti indigeni, macerazioni e fermentazioni in tini aperti senza controllo della temperatura.

Carso, Breg e Istria

Breg

Bajta è un mondo a 360°: agriturismo, alloggi, e produzione di vino (Terrano, Vitovska e Malvasia), di salumi artigianali e di carni di alta qualità. Soprattutto maiale, espressione pura del territorio, allevato allo stato brado a Sales in appezzamenti di proprietà dove grufola sotto la quercia, il sommacco e il ginepro selvatico, respirando la bora.

Piccola azienda su 2 ettari da 5.000 bottiglie circa nata nel 2015. Gregor Budin è la storia di un cambio vita: quando il bisogno di vivere e lavorare a contatto con la terra è diventato una necessità ha seguito la strada già intrapresa dalla sua famiglia, e oggi è viticoltore a tempo pieno, ma soprattutto per passione.

Cacovich Dimitri, classe 1998 ed una maturità che sorprende. Idee chiare tramandate dai due nonni ed il padre, che gli trasmettono la passione per la terra. 2 ettari e mezzo tra Longera e San Giuseppe, da cui nascono 7 vini prodotti tradizionalmente eliminando approcci invasivi sia in vigna che in cantina. Macerazione sulle bucce di 3 – 4 giorni anche per i bianchi, come si faceva una volta.

I suoi vini autoctoni, prodotti con metodi artigianali, hanno “l’anima” come puntualizzerebbe lui, produttore appassionato e innamorato della sua terra. Microclima caratteristico quello di Repen, con forti escursioni termiche che favoriscono la produzione di vini profumati e sapidi. Una mineralità data dalla pietra carsica, da piante che hanno appena 30cm di terra rossa prima di incontrare la pietra.

Vini autoctoni prodotti artigianalmente, salumi e verdure. Un maneggio, una fattoria didattica, progetti di agricoltura sociale e cucina tradizionale. Questo è Grgič, agriturismo a Padriciano la cui autenticità trasuda dall’orgoglio e dalla passione di Igor Grgič. Vini corposi, minerali, sapidi, che raccontano dell’evoluzione sostenibile della vinificazione.

Lenardon è un signore a modo, cordiale, gentile. La sua è una famiglia da sempre contadina e di Pisciolon, località di Muggia dove ha sede la sua azienda, conosce ogni centimetro quadrato, ogni pietra. Un territorio perfetto per l’olivo e la vite, baciato da un microclima che unisce i venti freddi del Carso, il sole caldo dell’Istria e la brezza di mare del golfo di Trieste.

Tra le grandi giovani promesse vitivinicole del territorio, la storia di Martin Merlak è quella di un ritorno alla terra. Idee chiare e una visione precisa, voglia di sperimentare ed imparare dal vino annata dopo annata. Dal 2016 l’approccio è naturale, il lavoro si fa soprattutto in vigna con interventi minimi in cantina. Lieviti indigeni, fermentazione in tini aperti, leggere macerazioni per i bianchi.

L’Azienda agrituristica Zagrski, da secoli dimora della famiglia Milič, si trova, quasi isolata ed immersa nel verde dell’altipiano carsico, a Sagrado. L’azienda volge lo sguardo verso il magnifico golfo di Trieste. Quando si assapora l’aria, i vini e la loro cucina, sembra che il tempo non abbia valore ma solo i profumi, i suoni e soprattutto i gusti della loro produzione. È meglio non continuare a svelare i segreti di questo posto, non resta altro da fare che venire a scoprirlo.

L’agriturismo con camere Ostrouska, nel cuore del Carso a Sagrado, svolge la sua attività agrituristica a conduzione familiare dal 1986. Vini autoctoni artigianali prodotti su 2 ettari di vigna, e una piccola selezione di carni e salumi ottenuti da razze speciali: maiali Kršco Polje e bovini Angus rosso, al pascolo sul Monte Lanaro.

L’azienda agricola Vigna sul Mar nasce nel 1999 per volontà della famiglia Urizio. I terreni sono disposti in un’area di grande bellezza, sovrastante il mare, a Lazzaretto di Muggia, in corrispondenza con il confine con la Slovenia. La superficie complessiva dell’azienda è di circa 9 ettari tra vigneti, uliveti e cantina. La produzione annuale è di circa 25.000 bottiglie.

Una realtà familiare, composta da circa 3 ettari in piccoli appezzamenti dislocati in una frazione del comune di San Dorligo Della Valle, denominata Sant’Antonio in Bosco, produce vino e olio di qualità. L’azienda ha saputo sfruttare al meglio la poca terra a sua disposizione. Lavorano prevalentemente varietà autoctone in maniera artigianale, con lavorazioni interamente manuali, ponendo massima attenzione alla sostenibilità.

Oslavia sul Collio

Carso in Slovenia

Valle del Vipacco

Emilia Romagna

Portano 2 tipologie diverse di Malvasia. Si tratta di 2 Malvasie che hanno ottenuto ottimi riconoscimenti al recente Concorso “Il mondo della Malvasia” organizzato da Vinistra

 

– Diploma d’argento: Colli Piacentini Malvasia passito “Uve e Sole” 2014

– Diploma di bronzo: Colli Piacentini Malvasia fermo “La Ciocca” 2020

Situata nel cuore dell’antica zona vitivinicola collinare parmense, l’Azienda agricola Palazzo produce i vini tradizionali e tipici appartenenti alla eccellenza della cultura agroalimentare ed enogastronomica di Parma e del suo territorio

IN CASO DI MALTEMPO

In caso di maltempo la rassegna si svolgerà al Portopiccolo Pavilion, uno spazio coperto con un panorama suggestivo sull’Adriatico

Le immagini delle ultime edizioni

PARTNER PRINCIPALI:

ARIES, GAC FVG, Portopiccolo, Trieste.Green, GAL Carso – LAS Kras, Associazione viticoltori del carso, Io sono FVG, Comune Duino Aurisina, Città del Vino

 

ALTRI PARTNER:

Consorzio di tutela vini d.o.c. Colli Piacentini, Consorzio di tutela vini dop Colli di Parma, Dolomia, GAL del Ducato e il progetto di cooperazione Leader “Il Mito della Malvasia”, Slow Food Trieste, WWF Trieste, ZKB Credito Cooperativo del Carso

ALLE ORE 17.40 DI GIOVEDI’ 28.7 ABBIAMO MESSO IN VENDITA GLI ULTIMI 160 BIGLIETTI.

L’opportunità è stata segnalata prima di tutto a chi era nella lista di attesa

[]